Carabinieri Incisa Scapaccino Asti

21 novembre 2016

Carabinieri Incisa Scapaccino Asti

E’ stata celebrata nella chiesa di Santa Rita da Cascia, in piazza Santa Rita, la ricorrenza della Virgo Fidelis, patrona dell’Arma dei Carabinieri. Presente in chiesa anche il prefetto di Torino Renato Saccone. La celebrazione si è svolta dopo il saluto del comandante provinciale Emanuele De Santis che ha commemorato il 75° anniversario della battaglia di Culqualber, nella seconda guerra mondiale. La stessa cerimonia si celebra in tutte le province d’Italia. Incisa Scapaccino, nell’Astigiano, è stata la città scelta dal comandante generale Tullio del Sette che ha partecipato alle celebrazioni a mezzogiorno nella chiesa di San Giovanni Battista. La storica fiamma a 13 punte, simbolo dell’Arma dei Carabinieri, è il monumento che Del Sette ha inaugurato nel piccolo centro astigiano. Il comandante ha scelto proprio Incisa Scapaccino perché la città ha un valore simbolico: prende il nome infatti dal carabiniere Giovanni Battista Scapaccino, nato a incisa nel 1802 e ucciso nel 1834 durante una rivolta, considerato il primo eroe dell’Arma; sempre a Incisa la chiesa di San Giovanni Battista è stata elevata a santuario e dedicata alla Virgo Fidelis, è l’unico in Italia. “Celebriamo la Virgo Fidelis nella chiesa, già luogo di pellegrinaggio per l’Arma, dove troviamo le nostre radici più antiche – ha detto il generale – Per la prima volta celebriamo la nostra ricorrenza nella chiesa dove nel 1802 fu battezzato Giovan Battista Scapaccino”. Il generale Del Sette è arrivato nell’Astigiano al termine delle celebrazioni a Roma. Ha presenziato alla celebrazione officiata dall’’Ordinario Militare per l’Italia Santo Marcianò. Alla cerimonia ha partecipato anche il ministro Enrico Costa. Nella piazza davanti al santuario è stato inaugurato il monumento.

Close

Italpietre

Pietra di Luserna experts

Close

Sign in

Close

Cart (0)

Cart is empty No products in the cart.

Italpietre

Pietra di Luserna experts